La bellezza della Divina Commedia si può chinare verso i più piccoli senza perdere se stessa!

Questa è la consapevolezza a cui sono giunti gli alunni delle classi quinte dell’I.C. “G. Marconi” dopo aver intrapreso il loro viaggio tra il bene e il male, l’orrore e la bellezza, l’amore e l’amicizia, la ricerca della verità e del senso dell’esistenza che nessuno ha saputo raccontare come il Sommo Poeta.

Leggere Dante ha significato promuovere la curiosità per i classici, riconoscere l’attualità del suo messaggio e incantarsi dinanzi alla potenza della lingua italiana. Ma più di tutto ha significato stimolare l’interesse e la creatività dei bambini che a distanza di 700 anni dalla sua morte, hanno ascoltato, disegnato e colorato i suoi versi, simboli di speranza e preziosi veicoli per
“uscir a riveder le stelle”!

Le insegnanti di quinta

 

 

 

 

 

 

 


 

Frammenti del grande poema